Home > Podistica Arezzo > In marcia come un treno,importante non uscire dai binari

In marcia come un treno,importante non uscire dai binari

Con gli ultimi arrivi registrati in settimana il numero dei nostri tesserati ha superato di slancio quota 100 assestandosi per ora a 109.Effettivamente dalla corsa degli Etruschi in poi sono stati molti gli atleti cosiddetti liberi che si sono iscritti con noi .A tutti i nuovi tesserati ,che all'inizio temono  di assumersi impegni onerosi  esponiamo quella che è la nostra cultura sportiva: Correre non è un lavoro,ognuno parteciperà alle gare se e  quando vuole,come un mantra diciamo a tutti  :2 gare o 50 sono la stessa cosa,unico obbligo il certificato medico.Senza paura di essere smentito, nessuno potrà dire  che alla Podistica si fanno solo  vuoti discorsi , tanto per attirare gente, per poi rimangiarseli alla prima occasione.La passione e la voglia di correre che anima tutti i podisti  bastano  e avanzano per avere motivazioni giuste per partecipare agli eventi sportivi o agli allenamenti domenicali.Non c'è alcun  bisogno di ricorrere a inviti pressanti.Questo rappresenta  un grande punto di forza per la nostra associazione.Le persone sanno che nessuno cercherà di forzare la mano per indurli  o peggio obbligarli ad assumersi troppi vincoli.Sono orgoglioso di appartenere ad un gruppo come questo,dove ci sono persone simpatiche con cui è un piacere passare il tempo correndo. Il podismo sta attraversando una fase di crescita, credo che in questa tendenza si possa riconoscere un movente di sana rivolta contro la dimensione angusta e innaturale in cui  siamo costretti a passare la maggior parte del nostro tempo.La corsa ci fa capire che si può tornare a vedere e  a misurare la natura con i nostri occhi e con le nostre gambe, ci fa accorgere quanto non riuscivamo a vedere. Il podismo da noi viaggia come un treno e l'importante è non farlo deragliare con comportamenti strani.Nella nostra città c'è una realtà molto ricca che altre si sognano, in cui due associazioni in pratica in ogni stagione dell'anno organizzano eventi sportivi.Oltretutto non facciamo proprio cose simili .Per questo voglio tornare a parlare di una faccenda che sta ponendo  interrogativi a non pochi podisti della nostra squadra.Alcuni di loro sono  turbati dalla vicenda che ha visto protagonisti Lucio  Mencarelli  e Fabio Sinatti  e mi hanno manifestato il proposito di non partecipare alla gara di domenica per spirito di solidarietà.Mi ero riproposto di non parlare della cosa e finora ho tenuto fede a questo impegno nonostante le provocazioni di Lucio,che mi esortava a prendere di nuovo  posizione .Tutti sanno  della nostra amicizia ultra trentennale e proprio per questo ho cercato in tutti i modi di tranquillizzarlo ma evidentemente non ci sono riuscito.

Non c'e nulla da aggiungere a quanto ripetutamente affermato sulla inopportunità di quelle esternazioni riguardanti Fabio Sinatti,ma va anche detto che minacciare di andare per vie legali e prospettare querele  è stato un atto francamente sproporzionato, anche perchè Lucio si era scusato sul nostro sito per quei commenti. Forse ci si è dimenticati  di cosa si sta parlando ? che si sta discutendo di corse a piedi in ambito amatoriale ? Mi verrebbe da dire ,beato chi ha solo di  questi problemi,vuol dire che potrebbe vivere felice,ma  evidentemente non ci riesce.

Comunque come si dice il tempo sarà galantuomo e prima o poi tutta la vicenda assumerà i suoi veri contorni e tutti potranno farsi un'idea su chi eventualmente ha fatto solo uno scivolone (e ancora non si è rialzato ) e chi invece gioca con carte truccate.

Stasera sono andato a  Policiano a prendere i pettorali per domenica,sono stato ben accolto.

C'è voluto uno scatolone per metterceli tutti….il resto non mi interessa. Saremo 54 iscritti e questo numero rappresenta appena la metà dei nostri tesserati,questa si che è la cosa importante !Un altro bel gruppo correrà nelle Marche, qualcuno nella campagna senese, per non parlare di quelli che andranno a Dublino e la Chiara Parigi dominatrice della stagione agonistica in campo femminile, andrà a Sharm con ottime possibilità figurare. Domenica saremo presenti in massa  alla Mezza Maratona non perchè siamo soldatini ma perchè ai nostri atleti piace correre e sarà un piacere vedere tante maglie rosse in movimento per la città.Noi non boicottiamo nessuno, abbiamo rispetto per il lavoro degli altri e ci piacerebbe che anche gli altri si comportassero di conseguenza.Se non lo fanno pazienza,dopo tanti anni non ci faccio più caso a certe cose.La situazione attuale di pace fredda o guerra fredda che dir si voglia  fra le nostre società  è già da considerare un successo rispetto al passato.I nostri  tesserati si presenteranno alla gara non come cani sciolti ,ma iscritti con la carta intestata della società ci cambieremo presso il Quartiere di Porta Santo Spirito e un bel clima di festa  è assicurato. Un'ultima cosa voglio dire.Nella loro  trasmissione televisiva parlando della vitalità del movimento podistico aretino hanno elencato le loro manifestazioni e alluso a un'altra società che in città organizza manifestazioni :la cosa si è svolta pressapoco così :e poi ci sono  "quelaltri " che organizzano la Corsa del Saracino ……come si chiamano  ?…come si chiamano ???…..insomma  dai ….quelli che organizzano la Corsa del Saracino……..Chissà come sarà contento Emilio Fede….se ha visto la trasmissione ……

Sono sicuro che dopo la gara di  domenica si ricorderanno anche il nostro nome.

Auguro alla Polisportiva di Policiano , un  grande successo per la manifestazione di domenica. .

 

 

witko 55

Podistica Arezzo

  1. 29 Ottobre, 2011 a 1:16 | #1

    Oggi giorno cercare di trovare la pace, è come dire a un maiale di “farla” nel cesso!!!!!

  2. Massimiliano
    29 Ottobre, 2011 a 7:34 | #2

    @Lorenzo
    Ma non disperiamo…..la pace non e’ un’utopia. Partendo dal basso, con il comportamento di ogni singolo atleta fatto nella giusta direzione possiamo far pendere la bilancia dalla parte corretta. Ognuno e’ come un chicco di riso che preso da solo fa poco ma nel piatto ha la forza di altri mille

  3. claudio
    29 Ottobre, 2011 a 7:45 | #3

    Perchè dici cosi Lorenzo ?Il mio intento non è quello di accendere risse,leggi bene quello che ho scritto. Ho detto con tutta onesta come mi sembra la situazione e ho cercato di pesare le parole . Mi pare di non avere offeso nessuno e vorrei anche sfatare un tabù.Ci possiamo anche sfottere senza fare le guerre.

  4. Stefano65
    29 Ottobre, 2011 a 8:14 | #4

    @claudio
    Buongiorno a tutti, mi permetto di nuovo di partecipare e condividere questo forum con la certezza di essere ben accettato, anche se ” appartengo all’altra sponda “.
    Non so se e quando finirà questa diatriba annosa, voluta e portata avanti da pochi, insopportabile e oramai patetica per tutti gli altri.
    Ci salva l’intelligenza dei molti che ragionano e capiscono che tali beghe fanno solo il danno del podismo aretino.
    Anche io sono un utopista per natura, e nell’essere un piccolo chicco di riso ( di 90 chili ) sto operando( dentro alla parte avversa!!! ) in una direzione di rispetto reciproco ed educazione e ci provo ogni volta che ne ho l’occasione.
    Quanto alla guerra , anche se fredda, può essere armata……di scarpette, pantaloncini e maglietta.
    Io domani spero di esserci anche se acciaccato, zoppicante e sofferente…..ma se nel rettilineo finale mi trovo accanto una maglietta rossa, sarà guerra fino all’ultimo centimetro.
    Solo uno dei due sopravviverà, per poi abbracciarsi e scambiarsi i complimenti un centimetro dopo il traguardo.

  5. 29 Ottobre, 2011 a 8:47 | #5

    @claudio
    Non è rivolto assolutamente a te Claudio, non ce l’ho con te e il mio commento non è rivolto all’articolo tuo in particolare,(forse ho sbagliato a inserirlo come commento di quest’articolo qui) in quanto lo approvo in pieno…ma è riguardo alla situazione precedente creata,la quale sembra non voler mai finire…l’operato dell’amicone Stefano Spertilli all’interno del Policiano è encomiabile, e per chi non lo conoscesse posso tranquillamente garantire io per lui per tutto quello che cerca di fare e fa per rendere quest’ambiente il più idilliaco possibile. Grande Claudio Grande Stefano!

  6. fabione
    29 Ottobre, 2011 a 12:07 | #6

    Bravo Claudio, condivido tutto, a noi piace correre e non fare polemiche ma soprattutto non siamo capaci a fare proclami, preferiamo le cose concrete,su 109 iscritti, domani, saremo presenti in 54….non ci vuole un genio nel capire il nostro spirito.

  7. claudio
    29 Ottobre, 2011 a 13:07 | #7

    @Stefano65
    Infatti un conto sono i rapporti tra le Associazioni sportive e un’altro sono i rapporti tra le persone che ne fanno parte che auspico i più amichevoli possibile…… e che le discussioni siano regolate con volate all’ultimo respiro .

  8. Roberto Farinelli
    29 Ottobre, 2011 a 13:22 | #8

    ….però l’ultimo commento stona con tutto il resto del discorso…..non nascondiamoci dietro a un dito. Le polemiche o si vogliono spengere oppure no. Io mi chiedo: perchè deve esserci sempre un “ma però”?

  9. luciomencarelli
    29 Ottobre, 2011 a 14:17 | #9

    Con molto rammarico,da quanto letto,osservo che è giunto il momento di prendere le distanze dalla Podistica Arezzo.Mi dispiace molto.

  10. Pietrotar
    29 Ottobre, 2011 a 14:48 | #10

    Concordo in pieno con l’ultimo commento di Claudio rapporti tra le associazioni non devono condizionare i rapporti personali. Ma quello che non capisco, sarà perchè sono un novizio nel mondo del podismo, è come sia possibile che una società podistica che organizza eventi e quindi, presumo, si pone come obbiettivo la promozione dello sport, possa vietare ad una persona la partecipazione ad una propria competizione.
    Come dicevo prima da poco mi muovo in questo mondo, ma avendo praticato sport anche a livello agonistico non mi era mai capitato che in una determinata partita la squadra ospitante chiedeva alla squadra ospite di non portare un suo tesserato perchè non gradito.
    Vi domando ma questa si chiama discriminazione o no?
    Ma il il podismo dove si pratica in luoghi pubblici o spazi privati?
    Quindi il fatto di organizzare una gara mi da il diritto di decidere chi deve partecipare?
    Spero con il tempo di diventare un pochino più pratico di questo sport che evidentemente conosco ancora poco.

  11. Pietro
    29 Ottobre, 2011 a 14:50 | #11

    …penso non ci siamo molto da dire…indipendentemente da antipatie personali che non ci riguardano, il sito contribuisce ad amplificare dei “non problemi”. Per il resto ho deciso di appoggiare Claudio in quel che dice, poi se uno ti sta sui maroni che male c’e’…e’ la vita. Forse diamo troppa importanza ad una vicenda che non ne ha, il nostro quotidiano vale ben altro, lo smarcarsi dal lavoro e dalla famiglia per correre un’ora magari con le gambe stanche. ciao

  12. Pietro
    29 Ottobre, 2011 a 14:52 | #12

    Bello un mio omonimo! ciao io saro’ sempre Pietro e tu Pietrotar? ok? ah ah ah ciao! Pietro Verini

  13. Pietro
    29 Ottobre, 2011 a 15:03 | #13

    a proposito mi metto a disposizione per la mezza da 1’24 a 1’30 per tirarla…fare il ritmo insomma se posso aiutare qualcuno fatemi sapere… ciao

  14. claudio
    29 Ottobre, 2011 a 17:03 | #14

    @Roberto Farinelli
    Se si fa finta che i problemi si risolvano senza dire niente o senza rispondere,almeno in questo contesto,credimi…..non si arriva a nulla.Quella strada è stata seguita per anni.Credo che invece sia necessario rispondere con lo stesso metro di linguaggio.Loro non ci hanno offeso,noi non li abbiamo offesi.Ci vogliono snobbare ? e noi usiamo un pò di ironia…oppure pensi che non si ricordava come ci chiamiamo ?

  15. Roberto Farinelli
    29 Ottobre, 2011 a 17:18 | #15

    Ognuno è giusto che dica quello che pensa.
    Poi peró bisogna ricordarsi che dalle iscrizioni alla mezza siamo passati a discutere della querelle tra Lucio e il Sinatti e poi a una nuova “ironica” (mah!) polemica tra le due società. E tutto questo lo stiamo facendo tutto da soli…..non ci ha provocato nessuno. Questo sì che è ironico!

  16. 30 Ottobre, 2011 a 17:40 | #16

    Leggo solo ora .. e mi dispiace davvero leggere queste cose..

    Roberto tu corri forte con le gambe, ma bisogna anche non fare gli struzzi…
    Claudio se vuoi ho deciso di accettare la tua proposta…. sai quale!

  17. Roberto Farinelli
    30 Ottobre, 2011 a 20:29 | #17

    Ciao Denise, sono davvero contento di risentirti, lo dico davvero, e sono ugualmente felice di una tua entrata in società qualsiasi sia la mansione perchè questo vorrebbe dire vedersi più spesso. Ultimamente non ci siamo visti tanto……
    Con Claudio abbiamo già avuto modo di chiarire, con lui nessun problema te lo assicuro. Io sono fatto così, dico sempre quello che penso soprattutto alle persone che stimo e reputo amici. Alle altre non rivolgo parola…..d’altronde se si sopporta il Proffe si può sopprtare anche me, 😉 ahah
    Cmq quello che volevo dire a Claudio è che la maggior parte dei nuovi iscritti alla Podistica, me compreso, siamo di un altra generazione (ovviamente solo riguardo alla questione in corso).
    Non abbiamo vissuto la guerra tra le due società e men che meno ce ne può importare qualcosa.
    Per me è solo una vicenda stucchevole e si, gradirei non sentirne parlare più. Credo che sia così anche per molti altri.
    Tutta questa situazione condiziona talvolta anche pesantemente noi atleti.
    Lasciateci correre, non vogliamo altro!!!

  18. 30 Ottobre, 2011 a 21:21 | #18

    Roby, voi pensate a correre..ma A TESTA ALTA! al resto ci pensa chi di dovere, non sono certo io la persona per insegnare qualcosa a qualcuno, piuttosto io devo imparare tanto, ma siccome la vita in sè, è una scuola continua, vi lascio per ora, concludendo una frase che ho fatto mia:

    HO IMPARATO A VIVERE E CAMMINARE A TESTA ALTA PERCHE’ NESSUNO E’ COSI’ IMPORTANTE DA FARCI ABBASSARE LO SGUARDO…

  19. Roberto Farinelli
    30 Ottobre, 2011 a 23:23 | #19

    Mi stai dicendo che senza queste polemiche gli atleti sarebbero costretti a correre a testa bassa? Credo di no……Non volevi dire questo vero?

  20. 31 Ottobre, 2011 a 0:19 | #20

    infatti, no Roby, devi estrapolare dal contesto e dalle bassezze di talune polemiche per innalzare i cuori e le menti e volare, sì capaci di volare sopra i tetti non solo di Arezzo…ed essere umili dentro e superiori al contempo, discorso filosofico e metaforico Roby …pensa a quando vai a 3.40 o anche sotto…è come volare…buona notte roby, sei un GRANDE e non solo perchè oggi hai corso in 1h05. un grande abbraccio e ..buona notte

  21. Roberto Farinelli
    31 Ottobre, 2011 a 7:05 | #21

    1h05?? Seeee…..magari! Ahahah 😉
    Ciao Denise, ci vediamo!

  22. Andrea Fabbroni
    1 Novembre, 2011 a 18:36 | #22

    Alla luce di quanto letto, mi trovo pienamente d’accordo con Claudio.
    Signori, ma di che si sta parlando ?
    Forse qualcuno ha perso la dimensione della realtà in cui si trova…..
    Forse ci stiamo dimenticando che siamo tutti degli “AMATORI del QUARTIERINO”…….

  1. Nessun trackback ancora...