Home > Podistica Arezzo > Poti ha sempre il suo perché

Poti ha sempre il suo perché

Nonostante la lunghezza e l'impegno richiesto dal percorso non fossero proprio incoraggianti, stamattina alla partenza del giro che portava alla vetta dell'Alpe di Poti c'era un sacco di gente. Ecco una foto del gruppo originale, che poi si è diviso, per scendere, su due diverse strade. Grazie a tutti per aver voluto partecipare.

In piedi: Enrico Sguerri, Alessio Mancini, Kastriot Goga, Stefano Rossi, Fabio Neri, Andrea Raspanti, Pietro Frasconi, Alfredo Cottini, Tiziano Cetarini.

 Accosciati: Luciano Parati, Giulio Scarpelli, Massimo Zurli, Andrea Lazzeri, Carlo Parri, Andrea Mazzi.

La nebbia che si vede nella foto per fortuna era solo in pianura, ma bastava salire per trovare questo panorama sulla città: li sotto c'è Arezzo!

Podistica Arezzo , , , ,

  1. Antonio
    21 Dicembre, 2014 a 21:38 | #1

    Se non fossi stato ad una gara sarei venuto stra-volentieri.. negli ultimi mesi mi era venuta voglia di fare esattamente quei percorsi!

    Bellissima la foto… so bene come appare Arezzo da quelle prospettive quindi per me risulta ancora più suggestiva 🙂

    Spero di esserci se e quando ripeterete!

  2. Redsrunner
    23 Dicembre, 2014 a 7:38 | #2

    Poti evoca in molti di noi, specialmente se meno giovani, ricordi di gite domenicali, picnic estivi nei boschi, merende presso l’albergo posto sulla sommità dove in tanti si recavano per una salutare villeggiatura. Sappiamo tutti come è andata a finire: degrado, giri strani, discariche… Ma Poti mantiene il suo fascino e per noi, che vi giungiamo dopo oltre 10 km di salita, una bella soddisfazione tanto più grande se si manifestano scenari come quello visto Domenica mattina. Grazie a tutti della bella compagnia e Buon Natale!!!

  3. Fabio Neri
    23 Dicembre, 2014 a 8:35 | #3

    Gran bel gruppo e gran bel giro!

  1. Nessun trackback ancora...