Home > Resoconto eventi > Ronda Ghibellina

Ronda Ghibellina

30 Gennaio, 2011

Un'impresa, senza altri aggettivi , è l'unica parola adeguata per descrivere la gara di oggi a Castiglion Fiorentino, dove un percorso durissimo condito da un tempo da lupi (acqua, vento e freddo) ha accolto i partecipanti alla 43 Km, Lorenzo Alberti (4h52') e Massimiliano Cuccoli (5h17')  mentre alla 27 km Roberto Farinelli (3h15'), Claudio Minocci (3h19'),Paolo Mencaroni (3h20'), Fabio Neri  e Gianni Bianchi (3h25'), Gianluca Belli (3h32'), Andrea Piergentili (3h38').

Dai tempi finali è evidente il grande impegno profuso da ogn uno di loro, quindi ancora bravi e fateci avere

un racconto per condividere le emozioni di questa straordinaria avventura.

Qualche foto dei nostri eroi prima del via

Resoconto eventi , , , , ,

  1. Roberto Farinelli
    30 Gennaio, 2011 a 21:38 | #1

    Sembriamo un gruppo di invasati, in realtà…..lo siamo! Ma stamani, quando siamo andati dal Vestri a bere un caffè, siamo stati li a ridere un quarto d’ora e poi c’e ne siamo andati senza che nessuno di noi prendesse il caffè!? Che spettacolo!

  2. claudio
    30 Gennaio, 2011 a 22:38 | #2

    Complimenti a tutti per questa grande impresa che sarà per voi un vanto indimenticabile della vostro essere podisti.Probabilmente vi capiterà da oggi di sentirvi più forti e di possedere una nuova consapevolezza .Le foto sono molto belle,come quelle che vi farà sempre piacere rivedere anche dopo tanti anni.

  3. erre
    31 Gennaio, 2011 a 0:04 | #3

    gara veramente dura,per le condizioni atmosferiche che hanno reso il terreno veramente al limite ed anche pericoloso in qualche tratto.Però la soddisfazione ha spazzato via la fatica accumulata durante i 27,devo dire che alcuni si sono lamentati per la poca assistenza,ma era annunciato che la gara era in semiautosufficenza,quindi poche chiacchiere e pedalare altrimenti si rimane a casa.Ottima esperienza da rifare magari nella 43.
    Un saluto

  4. Roberto Farinelli
    31 Gennaio, 2011 a 7:27 | #4

    erre :
    devo dire che alcuni si sono lamentati per la poca assistenza,ma era annunciato che la gara era in semiautosufficenza

    va bene la semiautosufficenza, ma non era una Parigi Dakar dove la strada la scegli te………credo che il percorso doveva essere almeno o più segnalato o più presidiato. Io alla fine ho fatto un km in più, e ci può stare, ma Lorenzo per esempio ha fatto 5 (cinque) km in più, e ho sentito dire all’arrivo gente che e’ tornata dalla 13 con 18/19 km sul sat.
    Cmq non vuole essere assolutamente polemica. Ci siamo divertiti tantissimo, il percorso era così duro, così bello che potremmo descriverlo per ore senza rendere l’idea. Correre senza l’assillo del cronometro ma solo per il gusto di compiere l’impresa devo dire che e’ bellissimo. E poi fatta con un gruppo di amici così e’ un emozione che ti resterà dentro per tutta la vita.
    Complimenti a tutti

  5. Gosto
    31 Gennaio, 2011 a 9:09 | #5

    Scusate, ma ci deve essere sicuramente un errore, non vedo riportato il tempo del Nunziati Mauro, potete controllare! 😉

  6. Gianluca
    31 Gennaio, 2011 a 9:16 | #6

    erre :
    devo dire che alcuni si sono lamentati per la poca assistenza,ma era annunciato che la gara era in semiautosufficenza,quindi poche chiacchiere e pedalare altrimenti si rimane a casa.
    Un saluto

    Il problema delle segnalazioni c’è stato fin dai primi Km..Quando abbiamo visto il gruppo di testa ritornare indietro perchè non sapeva dove andare…Poco dopo molte decine di partecipanti hanno tagliato clamorosamente (almeno 5/600metri)senza colpa…Io personalmente (con altri tre) ci siamo persi qualche km dopo….Successivamente ci siamo dovuti fermare per decidere quale fosse la direzione giusta.
    Questo per dovere di cronaca. Detto questo rifarei tutto tale e quale.

  7. Gianluca
    31 Gennaio, 2011 a 9:40 | #7

    Gosto :
    Scusate, ma ci deve essere sicuramente un errore, non vedo riportato il tempo del Nunziati Mauro, potete controllare!

    HeHeHe

  8. andrea
    31 Gennaio, 2011 a 10:42 | #8

    ma voi siete matti
    complimenti a tutti

  9. MASSIMILIANO
    31 Gennaio, 2011 a 11:34 | #9

    DICIAMO CHE LA 43 ERA DURISSIMA. CI VUOLE UNA PREPARAZIONE E UNA PREDISPOSIZIONE PER I TRAIL ALPINI NOTEVOLE, SENTENDO SOTTO LA DOCCIA I COMMENTI DI CHI VI AVEVA PARTECIPATO VARIE VOLTE. NONOSTANTE TUTTE LE MARATONE CHE FACCIO QUESTA VA OLTRE E VA PREPARATA IN MANIERA DIVERSA. IMPORTANTI POI SONO I MATERIALI TECNICI (ZAINO, VIVERI E ABBIGLIAMENTO) PER POTER AFFRONTARE SIA LA DUREZZA DI QUESTO TIPO DI GARA CHE LE EVENTUALI CONDIZIONI CLIMATICHE AVVERSE. QUELLA DI IERI E’ STATA ESTREMA COME GARA E PER FORTUNA (ALMENO PER ME) E’ STATA ACCORCIATA DI CIRCA 6 KM IN QUOTA CAUSA NEVE ALTA. PURTROPPO INTORNO AL 12° KM SONO CADUTO IN UNA BUCA D’ACQUA DI OLTRE UN METRO BAGNANDOMI COMPLETAMENTE FINO AL COLLO. PRATICAMENTE COME SE AVESSI FATTO UN TUFFO IN PISCINA, STORGENDOMI LA CAVIGLIA E BATTENDO UNA GINOCCHIATA TREMENDA SU UN SASSO. DI LI A POCO AL 2° RISTORO MI SONO FERMATO UN PAIO DI MINUTI PER DECIDERE SE CONTINUARE O TAGLIARE PER LA 27. HO CONTINUATO IGNARO DI QUELLO CHE MI ASPETTAVA ANCORA. INIZIA LA NEVE, E A NEVICARE DI NUOVO, E CON LE SCARPE PIENE D’ACQUA INIZIO A CONGELARMI I PIEDI. TEMO DI NON FARCELA MA SPERO DURI POCO QUEL TRATTO. ANCHE I GUANTI SONO ZUPPI E GHIACCIATI COSI FINO ALL’AVANBRACCIO PERDO PIANO PIANO SENSIBILITA’. AFFIANCO PER UN PO’ UN ALTRO CONCORRENTE A CUI CHIEDO AIUTO PER TOGLIERE IL GIUBBETTO DALLO ZAINO POICHE NON SENTIVO PIU’ LE MANI. IL PERCORSO E’ SEMPRE PIU’ INNEVATO E A TRATTI CON LA NEBBIA SI FATICA A SEGUIRE LA STRADA GIUSTA MA ALMENO COMINCIO A RISCALDARMI UN PO’. PER LO PIU’ SEGUO LE PEDATE DEGLI ALTRI PER ORIENTERMI E LA NEVE, NONOSTANTE SIA UNA POLTIGLIA CHE MI RIEMPE CONTINUAMENTE LE SCARPE DI ACQUA GELATA, MI SARA’ D’AIUTO UN PAIO DI VOLTE CHE MI SONO PERSO PER RITROVARE IL PERCORSO GIUSTO. DOPO CIRCA 1 ORA E MEZZA SULLA NEVE SI COMINCIA A SCENDERE NON RITROVANDOLA QUANDO ORMAI NON SENTIVO PIU’ I DITI DEI PIEDI. UN BEL TRATTO IN DISCESA E SU UN BUON TERRENO ALLENTA UN PO’ LA FATICA PUR NON FORZANDO TROPPO LA VELOCITA’ PER SALVAGUARDARE MUSCOLI E CAVIGLIA. MA RICORDANDOMI DELL’ALTIMETRIA SO CHE DI LI A POCO DOVRO’ AFFRONTARE UN ALTRA DURA SALITA PRIMA DELL’ARRIVO. PRIMA DI QUELLA PERO’ ALTRE INSIDIE SI NASCONDONO COME DOVER PASSARE DA UN CAMPO ARATO CON I PIEDI CHE AFFONDAVANO DI ALMENO 30 CM E I LSALTO DI UN PAIO DI FOSSI LARGHI UN PAIO DI METRI E PIU’ BASSI. NON SONO STATI SEMPLICI PERCHE’ L’INCUBO CRAMPI E’ IN AGGUATO. DI FATTI UNO INSIEME A ME DOPO IL SALTO E’ STATO COLTO DA QUESTO PROBLEMA. MA L’ULTIMA SALITA CHE ROBA. DURA QUANTO LA PRIMA, DOVE DI FATTO HO SEMPRE CAMMINATO, SI ERA TRASFORMATA PRATICAMENTE IN UN TORRENTE DOVE MI SENTIVO COME UN SALMONE. FINALMENTE SI SCENDE PER NON RISALIRE PIU’ DOPO CIRCA 3 KM DI ARRAMPICATA ANCHE SE IL TERRENO E’ SEMPRE MOLTO INSIDIOSO. SI VEDE ORMAI CASTIGLIONI ED INIZIA L’ASFALTO MENTRE ALTRI DUE RUNNERS MI RAGGIUNGONO INVITANDOMI A SEGUIRLI PER ARRIVARE INSIEME A BRACCETTO AL TRAGUARDO COME POI FAREMO. PRIMA DI QUESTO MANCO A DIRLO ULTERIORE DEVIAZIONE IN UN CAMPO ARATO AFFIANCATO DA UN FOSSATO DOVE CADE UNO DEI DUE. SALTO DELL’ULTIMO FOSSO E POI GLI ULTIMI 500 MT IN COMPAGNI SOGNANDO UNA DOCCIA BOLLITA DI ALMENO MEZZ’ORA. ALLA FINE GRANDE SODDISFAZIONE PER L’ENNESIMO TRAGUARDO RAGGIUNTO, UNO DEI PIU’ DURI DA CONQUISTARE, UNO DI QUELLI DIFFICILI DA DIMENTICARE.

  10. fabione
    31 Gennaio, 2011 a 11:40 | #10

    Max (grandissiimo) m’hai fatto venire il magone….e io che mi lamentavo della 27…

  11. gianni b.
    31 Gennaio, 2011 a 12:40 | #11

    Grandissimi Massimiliano e Lorenzo!!fabio che dire del fiume guadato con l’acqua fino ai c…..i che spettacolo!!e del cane lupo che mi voleva azzannare?ahh non è rilevante ma i tempi sono sbagliati…io e il fabio siamo arrivati dopo 3,25..

  12. MASSIMILIANO
    31 Gennaio, 2011 a 15:13 | #12

    Al gruppo Podistica va aggiunto anche l’ultimo tesserato Claudio Minocci giunto al traguardo in 3h e 19m nella 27 km poco prima del grandissimo, a parer mio, Paolo Mencaroni (uno di grande carattere e potenzialita’, Farinelli e altri avvisati).

  13. Roberto Farinelli
    31 Gennaio, 2011 a 16:16 | #13

    ……la calma e’ la virtù dei morti……

  14. fabione
    31 Gennaio, 2011 a 17:50 | #14

    La signora del Vestri ancora non si dà pace…..uahahahahhahah!!

  15. Gianluca
  16. mauro nunziati
    31 Gennaio, 2011 a 19:56 | #16

    andavo talmente forte che neanche i cronometristi man visto….hahahaha
    MA STO GOSTO LO CONOSCETE:)

  17. 31 Gennaio, 2011 a 19:59 | #17

    …Era quallo che cercavo!!! Adesso so quanto valgo . E chiunque ha portato a termine questo trail sa quanto vale, e può ben dire che la maratona classica su strada è una cazzata in confronto a tale MISSIONE!!!
    Non tanto per i percorsi a dir poco da giungla amazzonica, ma il clima è stato una cosa incredibile!!!! Non credevo neppure d’essere in Toscana!!!
    Dopo 8 cadute, caviglia e ginocchio out!!! Principio di congelamento al 28° km sotto una bufera di neve guadando un fiume con circa mezzo d’acqua …sanguinante sono giunto al traguardo dopo 4h 52’….
    Che spettacolo!!!! Il gruppo della “Podistica Arezzo” nuovamente si distingue in un’impresa eroica….Massimiliano Cuccoli insegna!!!!
    …Un ringraziamento e unsaluto particolare a Isolani Rodolfo il quale ci ha accolto nel migliore dei modi!!!

  18. 31 Gennaio, 2011 a 21:40 | #18

    E’ andata così però al paesaggio c’è da aggiungerci pioggia, neve, vento, ghiaccio….

    http://www.youtube.com/watch?v=eNwKz-T03x0&feature=related

  19. paolo mencaroni
    31 Gennaio, 2011 a 23:11 | #19

    Ringrazio Massimiliano per la fiducia che ripone in me, ma credo che il buon risultato sia stato falsato dai molteplici errori di percorso in cui sono incappati tanti partecipanti. Comunque in effetti arrivare alla conclusione non è stata proprio una passeggiata….Ho l’acido lattico anche nelle orecchie.
    Un applauso infinito a chi è riuscito a portare a termine la 43..

  20. giammaria roccelli
    31 Gennaio, 2011 a 23:18 | #20

    ma il viti claudio perchè non l’avete portato ??
    qui nella terra dei cignali…….l’avete sentite le botte verso mezzogiorno???? pore bestie……bone in umido
    io ho fatto la 27 …..la mia prima volta……sverginato bene anzi troppo comunque ottima esperienza che ti fortifica.I miei poggi così non l’avevo mai visti e dire che li ho girati in lungo e in largo.
    Come castiglionese mi scuso per i problemi occorsi a questa PRIMA manifestazione per il mio paese vi posso assicurare che tutti quelli che hanno organizzato si sono fatti un bel mazzo e per il prossimo anno faranno molto meglio ….sono sicuro
    ciao podisti e ciao CLAUDIO per il prossimo anno organiziamo : corsa e poi pranzo da Zia Tina …..ieri tagliatelle e polenta con sugo di uno di quei pori cignali che hanno donato gli organi allo zio giovanni…ahahahahahahahahahahah

  21. claudio di miceli
    1 Febbraio, 2011 a 0:03 | #21

    si! tanta fatica e tante polemiche! ma quanto ci siamo divertiti? è stato esilarante quando verso il 4°-5° dove eravamo ancora tutti molto ravvicinati,ci mancavano solo le baionette e sembravamo dei partigiani che scalavano i boschi delle dolomiti all’assalto degli austriaci!!!!!!!
    Spettacolare al 2° ristoro! non ho mai desiderato cosi tanto bere il the caldo!!!! bravi tutti.

  22. Pietro
    1 Febbraio, 2011 a 4:22 | #22

    …maledetto mè toccato vederlo tutto ah ah… (sino alla parte 11!). oh comunque la scena dove uccide il cinghiale sei tu…

  23. Pietro
    1 Febbraio, 2011 a 4:24 | #23

    …mauro ma è vero che hanno organizzato un trail di 5 km intorno al paese per te? ah ah…. ah ahah la mini ronda.

  24. fabione
    1 Febbraio, 2011 a 6:56 | #24

    mauro…ti cercavano in cima ai monti, sotto la neve……,ma il nunziati dov’è??Ma “lu”,’n ci viene a ‘ste corse??O, ma voi siete della podistica??Ma il Nunziati perchè un viene??
    Tutto vero, presente anche il Gianni…..ahahahahah

  25. gianni b
    1 Febbraio, 2011 a 9:47 | #25

    confermo,era il tuo socio che ha aggiunto che sei un signorino da strada…comunque c’hanno riconosciuto subito che s’era della podistica,in quel bosco s’è fatto un casino….bella la similitudine dell’assalto con le baionette!!molto verosimile!!

  26. claudio viti
    1 Febbraio, 2011 a 12:59 | #26

    il prossimo anno sarò della partita anch’io,non fosse altro che per il terzo tempo dalla zia Tina.Cmq ti faccio i complimenti per l’impresa,sei un grande. @giammaria roccelli

  27. 1 Febbraio, 2011 a 13:10 | #27

    …Gli amici di Castiglioni non devono scusarsi di niente, per quanto ringuarda l’aver avuto magari dei presidi logistici più frequenti,ma non c’è nessun problema. Doveva essere una cosa estrema!!! E lo è stata anche di più di quanto doveva esserlo…quindi POCHE SEGHE!!! E’ STATO BELLISSIMO COSI’ . Poi con le condiioni climatiche catastrofiche è stato ancor più “corso di sopravvivenza”. BRAVI !!! Il prossimo anno sarò ancora della “Ronda Ghibellina”…anzi se invece di 43km ne fate 50 o 60 è meglio, ciao a tutti e complimenti per aver organizzato una cosa che ad Arezzo e dintorni non era mai esistita fino adesso!!! Ciao

  28. Roberto Farinelli
    1 Febbraio, 2011 a 16:44 | #28

    @giammaria roccelli
    Approfitto della presenza sul sito degli organizzatori della ronda ghibellina per ribadire che la mia non era assolutamente una polemica. E’ stata una corsa come non se ne vedono al giro e pazienza se c’e stato qualche problema.
    L’anno prossimo parteciperemo più numerosi sicuri che farete tesoro degli errori commessi. Ma per quello che avete messo in piedi sono doverosi tanti complimenti.
    Bravi!

  29. 1 Febbraio, 2011 a 17:03 | #29

    …Mi accodo e condivido il pensiero di Roberto…. visto pure in tempi non spospetti,riconducibili ad un recentissimo passato, in quanto alla voglia di essere additati come i “colpevoli” o “responsabili” di madornali errori organizzativi siamo stati noi della “Podistica Arezzo” (Corsa di Gnicche, per sett. giovanili). E al tempo ci siamo assunti le propie responsabilità, ognuno con il suo buon senso cercherà nel possibile di rimediare il rimediabile, con tutta la sua buona volontà. Quindi crediamo che gli amici di Casiglioni abbiano fatto per quanto gli riguardava tutto il possibile, se poi purtroppo qualcosa non gli è tornato alla perfezione, sarà loro motivo d’impegno per il prossimo anno per cui gli vada tutto bene. Ancora saluti.

  30. niego antonio
    1 Febbraio, 2011 a 19:35 | #30

    @fabione
    complimenti per il poema l’ho fatta anch’io in 7 ore e 51 minuti ma e’ stata molto bella,ho sbagliato due volte anch’io purtroppo i nastri erano messi allo sbaraglio quando pochi quando troppi comunque complimenti a Menci Renato perche’ ha per me organizzato un’ottimo trail specie con quel tempo che ha fatto domenica piu’ bagnati di cosi’ non si poteva,io sono antonio .

    @Lorenzo

  31. 3 Febbraio, 2011 a 20:18 | #31

    ci sono anche ioooo
    BRAVI TUTTI O VOI DELLA PODISTICA! ekkavolo è entusiasmante legger ei vostri commenti a dir poco “entusiastici” ..
    messaggio per il big Lorenzo: SEI UN MITO! SMACK!
    e gli altri ..non fate gli invidiosi ah ah ah ah alla prossima
    *cluadio ti frego il volantino e lo metto sul mio forum ciauzzzzz

  32. 3 Febbraio, 2011 a 20:19 | #32

    ops scusate gli errori di digitazione..vado sempre troppo di fretta maremma!

  1. Nessun trackback ancora...
I commenti sono chiusi.