Archivio

Posts Tagged ‘denise’

Una barca di foto..

21 Settembre, 2012

Quelle della Ecopasseggiata degli Etruschi di domenica mattina, scattate da Denise Quintieri, 825 in totale, buona visione!!

 

Galleria.

Non sono proprio tutti i nostri atleti, più ci sono degli amici aggregati, ma siamo comunque un bel gruppo.

Resoconto eventi , , , , , , ,

Foto Saracino 2012

2 Maggio, 2012

Grazie a Denise Quintieri, ecco le foto della nostra gara di domenica 29 aprile 2012.

 

La prima parte e la seconda sono in linea, tutte da vedere

Resoconto eventi , , , , , ,

10┬░Palio F.no-Sesto F.: Gloria vince, Chiara si difende!

21 Novembre, 2011
Commenti disabilitati su 10┬░Palio F.no-Sesto F.: Gloria vince, Chiara si difende!

Il novembre toscano delle corse non è certo quel signore che sta a guardare in attesa di sfornare la sua creatura più bella: la Maratona di Firenze, in programma prossima domenica, l’ultima di questo mese che, inizialmente, si preannunciava piovoso e rischioso! In realtà il meteo se ne sta buono lì, freddo sì, ma il sole non è mai mancato nelle nostre giornate e speriamo che si mantenga così almeno fino al 28 prossimo, ovvero lunedì dopo la Mara!
Se ottobre aveva mostrato la sua veste più bella in fatto di corse toscane, dalla OTTORE di Capraia, alla Mezza di Signa, alla Passeggiata alla Fiera di Sinalunga, con 2000 partecipanti (che garantisco non essere per nulla una passeggiata!), per poi addentrarsi nei meandri di altre gare più o meno blasonate, dalla San Gimignano-Volterra e all’infelice idea di accoppiarla nella medesima giornata  all’Ecomaratona del Chianti (quasi 2000 partecipanti), per proseguire con la mezza di Rpolano Terme e al Trofeo Le Panche della città fiorentina, per concludersi con la Mezza di Arezzo e l’Empoli-Run, una diecimila veloce che ha quasi sfiorato le 600 unità competitive e il solito fiume di non competitivi, sicuramente anche il mese di novembre ha dato finora bella mostra di sé!
Inizia novembre con la nuova azzeccatissima formula de L’Eroica running, maratona e ultramaratona che ha regalato ai presenti il fascino di correre ove i ciclisti con cicli storiche e d’epoca posano ogni anno i loro cerchi consumati, quelle strade bianche e polverose vanto del Chianti senese e il titolo per i finisher di EROI! Si prosegue con la Maratona e mezza di Livorno con passaggi dentri l’Accademia Navale, mentre nella città medicea, nella zona rinomata di Castello, va in scena la Tre Ville, con passaggi mozzafiato per la Villa Reale sede dell’Accademia della Crusca alla Villa Petriolo e dintorni, e quasi mille partecipanti, di cui ben 200 ragazzini.
Da un’Accademia all’altra si arriva a domenica 20, ove si è corso fra gli altri, a pochi chilometri dalle Ville di domenica, il 10° Palio Fiorentino, dalla zona di Querceto in Sesto, con passaggio per Colonnata fino ai piedi delle pendici di Monte Morello e ritorno! Più di 500 competitivi oltre 200 non competitivi e più di un centinaio di ragazzini, complice la bella giornata di sole. Alla partenza schierati ben 4 africani che hanno occupato inevitabilmente i primi 4 posti della classifica, mentre al quinto posto il primo toscano, atleta di casa del GS Fiorino (organizzatore della manifestazione), Alessandro Napoli.
Ma se la gara maschile infiamma il pubblico perche i primi tre al primo giro, transitano appaiati e tali arrivano sul tappeto finale, è la gara femminile che regala emozioni forti, complice la presenza dell’atleta di casa, nel senso che vive a Sesto F.no, Gloria Marconi, che, domenica prossima si misurerà nuovamente con una maratona e questa volta lo fa in casa sua, a Firenze! Logico e legittimo che sia lei l’atleta più osservata e ricercata della giornata! Ma al secondo posto si posiziona per tutto il percorso Maria Chiara Parigi, la Cleopatra de no’antri, che non aveva più indossato un pettorale dalla vittoria alla mezza di Sharm El Sheikh (sempre quella!). Se della Gloria “nazionale” si sa già quasi tutto e alla quale vanno i nostri migliori auspici per una maratona di Firenze da “record”, la mamma volante della Podistica Amatori Arezzo, rappresenta la matriosca che pian piano svela la molteplicità del suo IO atletico. Lei che mai si atteggia, alla partenza si è come sempre messa nel mucchio parlando con questo e quella. Pronti, via, il fiume di podisti avanza e lei, colta di sorpresa, rimane travolta, cade, perde circa un minuto almeno, si rialza e si rimette in corsa superando or questo or quella. Si posiziona alla fine dietro l’ex azzurra Gloria Marconi (personale in maratona ben al di sotto delle 2h30'), e da lì non si schioda più, anche se poi in realtà saranno tre i minuti di distacco dalla sua ben più quotata avversaria! Chiara Parigi ha fatto il suo ingresso nell’intrigato, variegato e bellissimo mondo podistico fiorentino e di tutta la parte ovest della toscana! Oggi a Sesto chi ancora poco aveva sentito parlare di lei, l’hanno vista, e ne hanno apprezzato le qualità atletiche e una posizione dietro la “Gloria nazionale”, val quanto una vittoria!
Sul percorso di 11,700 km, per niente facile di Sesto Fiorentino, fino alle pendici del Monte Morello, fra strade e acciottolati vari, stretti, ottime prestazioni per tanti, terza al femminile la vincitrice delle Tre Ville di Castello di domenica scorsa, la pratese Ester Zio, e ancora dietro Emma Iozzelli.
Il podismo che mi piace è quello che per ora vivo negli occhi di questa ragazza aretina: semplice, schietta, acqua e sapone che scherza e ride con tutti, senza conoscerli, dimentica di un orologio da schiacciare o di uno sparo di un giudice che decreta l’inizio di una nuova gara!

Denise Quintieri

, , , ,

Ecomaratona del Chianti: una bella favola!

19 Ottobre, 2011

Due giorni indimenticabili che mi hanno fatto riappacificare con il mondo del podismo, a mio modesto avviso, sempre più vuoto, sempre più ossessivo alla ricerca del tempo… perduto, fatto solo di apparenze, il best time e il premio, null'altro a contare! Un mondo per certi versi sempre più falso, come nuvole scure di certi sguardi ombrosi che non hanno di certo oscurato il cielo sopra il Chianti!

… E neanche il mio di cielo che si confondeva con esso. Il sabato mattina è cominciato con circa 150 ragazzini delle scuole medie di Castelnuovo Berardenga: prima i giochi dentro il tendone, poi la corsa a staffetta per le vie del centro ove nessuno si è risparmiato, mentre via,via arrivavano da ogni parte d’Italia i podisti, gli amici e le loro famiglie per partecipare al banchetto offerto dall’organ izzaz

ione, 10 km non competitiva, 18 km Chianti Trail, 42 km per i puristi!

Leggi tutto

++


Testo e foto: Denise Quintieri

Resoconto eventi , , , , , , , , ,

Ecomaratona del Chianti: una bella favola!

19 Ottobre, 2011
Commenti disabilitati su Ecomaratona del Chianti: una bella favola!

Due giorni indimenticabili che mi hanno fatto riappacificare con il mondo del podismo, a mio modesto avviso, sempre più vuoto, sempre più ossessivo alla ricerca del tempo… perduto, fatto solo di apparenze, il best time e il premio, null'altro a contare! Un mondo per certi versi sempre più falso, come nuvole scure di certi sguardi ombrosi che non hanno di certo oscurato il cielo sopra il Chianti! … E neanche il mio di cielo che si confondeva con esso. Il sabato mattina è cominciato con circa 150 ragazzini delle scuole medie di Castelnuovo Berardenga: prima i giochi dentro il tendone, poi la corsa a staffetta per le vie del centro ove nessuno si è risparmiato, mentre via,via arrivavano da ogni parte d’Italia i podisti, gli amici e le loro famiglie per partecipare al banchetto offerto dall’organizzazione, 10 km non competitiva, 18 km Chianti Trail, 42 km per i puristi! Per tutti gli altri, la possibilità gratuita di assistere e passeggiare e soprattutto vivere e muoversi dentro un dipinto di Leonardo, mentre il vento soffiava bonario sulle creti! Il pomeriggio, un via vai di podisti, famiglie, bambini, alla ricerca del proprio alloggio, del pettorale da ritirare, il convegno organizzato all’uopo, le visite guidate, i parchi aperti per l’occasione e tanto altro in attesa del cenone pre-ecomaratona che di pasta-party sapeva ben poco, gratuito per gli atleti, 5€ per gli altri accompagnatori: ben tre tipi pasta, compreso quella al pesto, affettati, carne, verdure, fagiolini, il tutto innaffiato da buon vino del Chianti e poi, per finire cantucci e vin santo, scusate se è poco! Poi a nanna, chi negli alberghi della zona con filari di zucchine e zucche tutt’attorno, chi negli agriturismo come la sottoscritta che ha dormito in un mini appartamentino che ai miei occhi è sembrato un reggia! Grazie, grazie!  Domenica mattina “c’erano i caprioli a dare il buon giorno” e, mentre si avvicinava l’ora della partenza, l’aria che respiravo era di un’intensità, un profumo talmente inusuale, una cordialità che non ricordavo da tempo. Indaffarata al punto giusto per l’altro grande evento in terra senese, che si svolgerà fra tre settimane, a due passi da Castelnuovo, con strade che andranno ad incrociarsi, facenti tutti parte del percorso permanente de L’Eroica. Colori, musica, suoni, un arcobaleno vivace che si appresta a calpestare luoghi la cui sacralità non è mai messa in discussione. La 42 km parte direttamente dalla piazzetta di Castelnuovo B., mentre la 18 km denominata Chianti Trail comincia da San Gusmè per ricongiungersi con la 42 km e far ritorno nella piazzetta di Castelnuovo. Arrivano i primi della 18 km: a vincere la prova corta è Maria Chiara Parigi (Podistica Amatori Arezzo) che chiude un’ottima prova, pur reduce da un febbrone, in 1h20’32’’, addirittura 10^ assoluta al traguardo su quasi 800 partenti del piccolo trail. Seconda e terza piazza per la pistoiese Stefania Bargiacchi e la senese Barbara Del Bello. Al maschile vince la prova Giuseppe Pellacani, della Polisportiva Scandiano, che chiude in 1h16’04’’. Secondo posto per Mirko Refi, Podistica il Gregge Ribelle di Siena 1h16’48’’ e ottimo terzo posto per l’aretino Roberto Vaiani Lisi, Podistica Amatori Arezzo, 1h18’08’’. Seguono Roberto Venafro e Andrè Gazzani.